Il lutto si addice ad Elettra

Posted on 25/06/2012

0


Mournig becomes Elettra é una trilogia di Eugene O’Neill che riprende la tragedia di Sofocle nella quale la protagonista é Elettra, donna determinata nei suoi propositi di vendetta contro Clitennestra che, con la complicità di Egisto, uccide il marito per poter salire in trono con il suo amante. Elettra salva il fratello Oreste dalla morte facendolo fuggire ma dopo anni di esilio questi, animato da sentimenti di vendetta, uccide i due usurpatori.

La storia é un aggiornamento dei miti greci di Oreste ed Elettra, rappresentato in un’epoca più recente nella famiglia di un generale nordista Ezra Mannon, la versione cinematografica é del 1947, un film diretto da Dudley Nichols e interpretato da Rosalind Russel, Michael Redgrave, Raymond Massey, Katina Paxinou, Leo Genn e il giovane Kirk Douglas.

Mentre nella tragedia di Sofocle Elettra é l’artecifice della tragica vendetta, colei che istiga il fratello e ne arma la mano,  nell’opera di O’Neill Lavinia é la vittima di una serie di situazioni che lei dapprima cerca di tenere sotto controllo, mette il fratello a contatto con la realtà d’avere una madre che, non solo tradisce il marito, ma ne ordisce anche l’ucissione insieme al suo amante, poi tenta di far desistere Orin dai suoi propositi di vendetta.

Non  é in grado però di controllare l’umana follia, la madre si uccide in seguito alla notizia della morte di Brent per mano di suo figlio Orin, questi impazzisce e si uccide per la morte della madre e per il sospetto che la sorella lo abbia usato per vendicarsi di colei che le aveva rovinato il sogno d’amore con il capitano Brent. In realtà Lavinia aveva avuto un solo incontro al chiaro di luna con Brent ma, avendo scoperto chi fosse in realtà, aveva cercato di difendere i suoi affetti dai propositi dei due amanti, il padre prima e il fratello poi. Lavinia non cerca di istigare Orin alla vendetta, ma non viene creduta dal suo futuro marito Peter che la crede autrice di un complotto, viene abbandonata e rimane sola a convivere con il suo dolore.

Come nella tragedia greca Lavinia é un personaggio con una forte dignità che le consente di affrontare anche i momenti più dolorosi con fierezza e coraggio, per questo il lutto si addice ad Elettra perché nessuno meglio di lei avrebbe saputo non lasciarsi sopraffare dagli avvenimenti luttuosi che la colpiscono proprio quando tutto sembrava doverle sorridere nella vita, il ritorno a casa del padre e del fratello Orin, l’amore di Peter per lei e di Hezel per Orin.

I temi trattati nella tragedia di Sofocle sono quelli della morte, adulterio, incesto, amore e vendetta, mentre O’Neill dà un taglio psicologico ai suoi personaggi ponendoli nella prospettiva Freudiana del complesso di Edipo e di Elettra.

Il lutto si addice ad Elettra di Eugene O’Neill – 1972 – con Lydia Alfonsi, Alida Valli, Mario Feliciani

Il lutto si addice ad Elettra 1/3

Il lutto si addice ad Elettra 2/3

Il lutto si addice ad Elettra 3/3

http://news.supermoney.eu/opinioni/2013/02/lo-stato-laico-e-il-matrimonio-008416.html

http://news.supermoney.eu/tecnologia/2013/02/microsoft-acquisisce-la-dell-008584.html#

Advertisements