Addio ad uno degli eroi dell’Apollo 11

Posted on 26/08/2012

0


Ci sono vite che scomparendo ti commuovono più di altre per il ricordo di eventi per i quali é difficile non emozionarsi ancora a distanza di tempo, una di queste é quella di Neil Armstrong,  il primo uomo sceso sulla luna nel lontano 20 luglio 1969. Ricordo ancora con quale trepidazione aspettavamo l’apertura della navicella e l’apparizione degli astronauti su quella luna che da sempre é legata all’immaginario collettivo, alla letteratura e alla poesia migliore, alle speranze degli innamorati che nelle notti rischiarate dalla luna coronano il loro sogno d’amore o sospirano e vagheggiano l’essere amato. La luna é anche il faro dei naviganti e anche l’ulato del lupo alla luna non si sa bene se appartenga alla leggenda o alla verità scientifica. Con queste basi come potremmo scordare l’uomo che per primo ha posato il piede sulla luna e ci ha fatto sognare con la sua memorabile frase “Un piccolo passo per l’uomo, un grande passo per l’umanità”, quello ci sembrava l’inizio di una nuova era e non un traguardo.

Neil Armstrong è nato in Ohio a Wapakoneta il 5/8/1930, laureatosi in ingegneria aeronautica nel 1955, è stato in seguito pilota di jet per la Marina Militare Americana durante la guerra di Corea, diventò poi pilota civile per la NASA e fu selezionato astronauta della NASA nel 1962. Nel 1966 comandò la missione Gemini 8, la prima che tentò l’aggancio di due oggetti orbitanti, l’aggancio riuscì ma subito dopo a causa di un malfunzionamento dei propulsori di manovra venne abbandonato. Nel 1968 è stato comandante di riserva nella missione Apollo 8, che prevedeva orbite lunari. Il 6/5/1968 si salvò da un incidente occorsogli durante un’esecitazione. Nel 1969 comandò la missione di atterraggio lunare Apollo 11, durante la fase di atterraggio dovette prendere i comandi manuali del modulo lunare Eagle per pilotarlo fuori da una zona particolarmente rocciosa, le sue prima parole furono:

 « Houston, qui base della Tranquillità. L’Eagle è atterrato. »  

Neil Armstrong é morto a Cincinnati il 25/8/2012, all’età di 82 anni in seguito ad un’intervento per un bypass coronarico,  é stato un uomo che non ha voluto cavalcare l’onda del successo accettando le proposte che gli sono state fatte in seguito all’evento, addio a quell’eroe solitario e schivo che rimarrà nei nostri cuori insieme alla storia delle conquiste dell’umanità.

Advertisements