Energie rinnovabili

Posted on 02/01/2013

0


downloadL’Italia considera forme di energia sostenibile il sole, il vento, le risorse idriche, geotermiche, le maree, il moto ondoso e la trasformazione in energia elettrica dei prodotti vegetali o dei rifiuti organici e inorganici. Hanno il vantaggio di non emettere CO2 e di non contribuire al riscaldamento globale.

Energie rinnovabili cosa sono

Sono fonti di energia che non si esauriscono su una scala di tempi umana, il loro utilizzo non danneggia le risorse naturali della terra ma il loro costo a pieno regime non è prevedibile. Sono programmabili e non programmabili ma non sono pianificabili con la richiesta, pertanto solo l’energia idroelettrica e quella solare sono fonti primarie. Fattore importante in materia di energie sostenibili è l’efficienza energetica, l’uso razionale consente di realizzare prodotti o servizi a basso consumo ed è necessario riprogettare gli impianti domestici e industriali.

Vari tipi di energie rinnovabili

L’energia idroelettrica è ottenuta per caduta d’acqua convertendo l’energia meccanica della portata d’acqua che si trova a una più alta quota rispetto ai macchinari preposti alla trasformazione.

L’energia geotermica utilizza sorgenti del sottosuolo in presenza di fenomeni geotermici, vulcani, sorgenti termali, soffioni e geysers, il calore della crosta terrestre fluisce verso l’esterno con acqua e vapore e questo viene sfruttato per produrre energia elettrica attraverso una turbina a vapore. L’Islanda, che ha abbondanza di geyser, ha il 97% della popolazione della capitale servita da riscaldamento geotermico urbano. Il campo geotermico tende a diminuire del 30% a decennio, rendendo controverso il fatto di essere una fonte rinnovabile.

L’energia solare è l’energia primaria proveniente dal sole dalla quale derivano tutte le altre fonti, può essere utilizzata per generare calore (solare termico) o per generare elettricità (fotovoltaico) generalmente utilizzata per le utenze domestiche. Il solare termico è più diffuso e permette di produrre acqua calda sanitaria, per il riscaldamento di ambienti e piscine, per i processi industriali.

L’energia eolica, attraverso una doppia trasformazione gli aerogeneratori trasformano l’energia cinetica del vento in energia meccanica e infine quest’ultima in energia elettrica.

L’energia marina, le onde del mare accumulano energia dal vento, dato che l’energia del moto ondoso viaggia per centinaia di km anche senza vento e con poca dispersione, il costo si avvicina a quello dell’eolico, anche se gli impianti sono ancora a livello di prototipi. Sono stati realizzati dispositivi galleggianti e sistemi fissi, sulla costa e sul fondo del mare che producono energia nei modi più svariati.

Le biomasse sono materiali di origine animale e vegetale che non hanno subito processi di fossilizzazione e servono per produrre energia. Sono fonti di energia rinnovabili perché hanno delle emissioni di C02 non superiori a quelle che si avrebbero dalle piante che hanno esaurito il loro ciclo vitale.

Advertisements